MEDICO

"Non cura la malattia, ma [NeuroAD] rende i circuiti del cervello più efficienti e questo porta ad un notevole miglioramento delle capacità cognitive per i compiti quotidiani ..."
Alvaro Pascual-Leone, MD, PhD, Beth Israel Deaconess Centro Medico, Harvard Medical School

Modificare il corso della progressione della malattia
Le potenzialità di modificare il corso della progressione della malattia nei pazienti con sintomi di Alzheimer da lieve a moderato, rappresentano una svolta. Le evidenze scientifiche indicano che NeuroAD, non solo, porta benefici a breve termine, ma che tali benefici sono mantenuti fino ad un anno, prolungando l'indipendenza dei pazienti e migliorandone la loro qualità di vita.

Tecnologia innovativa
Il sistema NeuroAD si basa sulla tecnologia studiata da Neuronix, che combina contemporaneamente:

  • La stimolazione magnetica transcranica focalizzata (TMS)
è utilizzata per stimolare regioni mirate del cervello responsabili di varie funzioni cognitive che sono state compromesse dalla Malattia di Alzheimer. Questa stimolazione induce LTP (Potenziamento a lungo termine), associato a processi di apprendimento e memoria, e rende queste aree del cervello più accessibili alla formazione cognitiva.

  • Il training cognitivo
su misura per il paziente coinvolge le stesse regioni del cervello che vengono stimolate magneticamente.

L'uso simultaneo di questi due trattamenti ha dimostrato di avere un effetto sinergico. I pazienti sperimentano un miglioramento delle capacità cognitive, delle funzioni quotidiane e del processo decisionale. Il sistema NeuroAD modifica il corso effettivo della progressione della malattia.

Sicuro ed efficace
I trattamenti con NeuroAD possono essere somministrati in sicurezza in combinazione con le attuali terapie farmacologiche per la malattia di Alzheimer, in modo che il paziente possa godere dei benefici di entrambi. E, a differenza dei farmaci, con il sistema NeuroAD non sono stati riportati eventi avversi gravi.

Stimolazione magnetica transcranica
La Stimolazione Magnetica Transcranica (TMS) applicata con parametri adeguati è una tecnica non invasiva per stimolare le regioni corticali del cervello. La TMS è usata in medicina da oltre tre decenni.
La TMS utilizza l'induzione elettromagnetica per generare correnti elettriche deboli, ciò comporta un’aumento dell'attività in parti mirate del cervello. La rTMS, utilizzata dal sistema di terapia NeuroAD, produce cambiamenti nell'efficacia sinaptica che migliorano i processi LTP, che a loro volta promuovono l'apprendimento e hanno un effetto duraturo [1].
Attualmente, i sistemi che utilizzano la TMS marcati CE e FDA sono autorizzati per il trattamento della depressione (MDD), con linee guida di sicurezza ampiamente accettate già in vigore. La TMS è anche oggetto di studi clinici per l'uso in varie altre indicazioni (es. ictus, malattia di Parkinson, tinnito e altro ancora). NeuroAD è l'unico sistema per l'impiego di TMS, combinato con un training cognitivo mirata ed è marcato CE per il trattamento dell’ Alzheimer da lieve a moderato

[1] Fitzgerald PB; Fountain S; Daskalakis J (December 2006). “A comprehensive review of the effects of rTMS on motor cortical excitability and inhibition”. Clinical Neurophysiology 117 (12): 2584–96